UCLA: “Lo stupro da parte delle donne non è raro come si pensa”

uomini-abusati-quando-la-violenza-si-tinge-di-rosa-500x372In questi ultimi anni  è stata posta la giusta attenzione riguardo agli stupri ed alla violenza di genere, un problema in crescita che deve’essere debellato. Ma se finalmente si fa la giusta informazione sulla violenza sessuale subita dalle donne, permettendo loro di uscire dal baratro depressivo e dalla vergogna che spesso questi atti di violenza provocano nelle vittime, lo stesso non si può dire per quanto riguarda la violenza sessuale sugli uomini.

Il recente caso di abuso sessuale capitato in Inghilterra ad un giovane calciatore inglese ha riportato alla ribalta la discussione sulle predatrice sessuali, ovvero quel tipo di donna che vanno in cerca di sesso e costringono con violenza o giochetti degli uomini a penetrarle. Anche in questo caso come in tutti i precedenti giuridici le donne hanno confessato l’attacco ai danni del ragazzo, ma, non esistendo una materia giuridica a riguardo, non sono state condannate con una pena per violenza sessuale ne sono state inserite nella lista dei criminali sessuali.

Un recente studio redatto da Laura Stemple per la UCLA ha dimostrato come gli uomini che subiscono questi assalti si trovano nella stessa condizione psicologica delle donne, provano rimorso, paura e vergogna ed in molti casi non hanno il coraggio di denunciare l’aggressione subita per evitare le successiva gogna mediatica.

La ricercatrice ha aggiunto, inoltre, che si pensa che questi casi siano molto meno frequenti, che la maggior parte delle persone “Crede che possa succedere solo in contesti specifici, per esempio prof-studente. Ma è molto diffusa e, stando ai questionari, a nessuno interessa. A me sembra incredibile”.