Fango su Roberta Ragusa: “Non sapeva amare…”

roberta-ragusaParole al veleno, che rivelano una personalità quantomeno conflittiva. Sono quelle che emergono dalle intercettazioni riportate dal settimanale ‘Giallo’ e attribuite a Sara Calzolaio, l’amante di Antonio Logli, accusato per l’omicidio di Roberta Ragusa, scomparsa dalla sua abitazione ormai 4 anni fa (l’accusa ha chiesto 20 anni di carcere per Logli).

Sara Calzolaio, parlando con la figlia di Logli e della povera Roberta, si esprimeva in questi termini: “Tuo papà non era innamorato, tua madre non sapeva amarlo”, con chiare allusioni sessuali. D’altra parte l’amante di Logli e il Logli stesso non mostravano troppo pudore in tal senso: secondo le intercettazioni la figlia avrebbe ascoltato più volte i due fare sesso. E al riguardo, la Calzolaio non si esimeva dal commentare in maniera ironica circa il turbamento della bambina (che, frattanto, veniva obbligata a dire alla nonna che andava tutto bene): “La capisco, tesoro, non era abituata…”.