Inghilterra: foto della figlia su Facebook. Un bagliore anomalo le fa scoprire una malattia

nintchdbpict000289124796Ha pubblicato una foto di sua figlia sulla pagina di Facebook e, grazie alla prontezza di un amico, è riuscita a salvare la vita alla sua piccola.

E’ accaduto in Inghilterra dove una donna di 27 anni, Jade Bell, aveva da poco deciso di condividere sui social alcuni degli scatti di famiglia nei quali Tyraah, 8 mesi,  giocava con alcuni giocattoli circondata dall’affetto dei suoi cari. Foto comuni, per nulla anomale, se non fosse stato per quello strano bagliore in un occhio che un amico di famiglia ha fatto notare ai genitori. Da li il suggerimento di far fare alla bambina una visita di controllo. Era dicembre del 2014, il primo Natale con la bambina per questa giovane famiglia.

Come racconta al settimanale The Sun la stessa madre: “Sapevo che era grave, ma non avevo idea di cosa si trattasse esattamente”. Dopo aver portato la piccola al Berkshire Royal Hospital, dove le sono stati fatti alcuni esami del sangue, si è deciso di trasferirla al Royal London Hospital, dove è arrivata la drammatica notizia: retinoblastoma, una grave forma di tumore all’occhio. “Uno shock sentire pronunciare quelle parole ad alta voce”, racconta ancora la mamma.

Dopo poche settimane, precisamente il 14 gennaio, Tyraah viene sottoposta al primo ciclo di chemioterapia. Sei mesi lunghissimi durante i quali la famiglia non manca di pubblicare e ripubblicare le foto dei primi stadi della malattia: “Volevo fare in modo se il bambino di qualcun altro aveva questi sintomi, si sarebbe forse potuto prenderlo in tempo,” testimonia la giovane donna ai giornalisti. E, per fortuna, anche la piccola Tyraah esce fuori indenne da questo brutto momento. Solo pochi mesi di cura per una guarigione che pare addirittura miracolosa, non avendo lasciato nella bambina alcuna conseguenza. Il 98 per cento dei bambini colpiti da retinoblastoma, infatti, pur sopravvivendo porta con se lasciti drammatici del suo passaggio. Spesso ciò comporta la perdita di uno o di entrambi gli occhi.

 

G.c.