17 Dicembre 2016: si venera San Lazzaro

Il 17 Dicembre la Chiesa Cattolica festeggia San Lazzaro di Betania.

Venerato come santo anche dalle Chiese Ortodossa e Copta, nel Vangelo secondo Giovanni (l’unico che riferisce del miracolo), Lazzaro era fratello di Marta e Maria che, morto per una malattia, fu resuscitato da Gesù in virtù della loro sincera amicizia.

Lazzaro era di stirpe regale e suo padre era stato governatore della Siria e delle città poste sulle rive del Mediterraneo. Quando Gesù si trovava in Giudea, era solito sostare brevemente nella sua casa, dove poteva riposare assistito da Marta e Maria.

Quando queste chiamarono Gesù, Lazzaro era già morto da quattro giorni; cosicché il Salvatore si recò presso il sepolcro dell’amico fidato, il quale ne uscì vivo.

Una antica tradizione orientale considera Lazzaro vescovo e martire a Cipro; la leggenda prese consistenza quando nell’890 fu rinvenuta una lapide che recava l’iscrizione “Lazzaro. L’amico di Cristo”.

Nel 900 l’imperatore Leone VI il Filosofo fece trasportare le reliquie di Lazzaro da Cipro a Costantinopoli, che successivamente furono portate in Francia dai Crociati.

Nel 1972, sotto l’altare della chiesa di Kition (l’odierna Larnaca a Cipro), fu rinvenuta un’arca di marmo contenente resti umani che si ritiene siano appartenuti a Lazzaro.

Nella Leggenda Aurea di Jacopo da Varagine, Lazzaro – che assistette alla dolorosa passione di Gesù -, dopo l’Ascensione del Signore, insieme alle sorelle Marta e Maria e un tale Massimo, fu imbarcato su una nave senza vele, senza timone e senza remi.

Questi, guidati dal Signore, giunsero a Marsiglia dove Lazzaro convertì e battezzò molti pagani divenendo vescovo della chiesa di quella città.

MDM