Studente autistico fa ritardo di un minuto a scuola e prende una nota: la reazione del padre su Facebook

fantaguzziHa fatto ritardo di un solo minuto a scuola e si è beccato una nota da una professoressa particolarmente intransigente. E’ quanto accaduto ad uno studente autistico, che si è visto eseguire la punizione da parte della docente per essere giunto in classe con un minuto di ritardo rispetto all’orario di entrata previsto.

Una severità che non è passata inosservata agli occhi del papà del ragazzo, Enrico Maria Fantaguzzi, che non l’ha presa benissimo: il padre del giovane studente ha affidato il suo sfogo ad un post pubblicato sulla propria bacheca Facebook, dove ha raccontato l’episodio che ha visto suo figlio – studente di scuola media – come malcapitato protagonista.

“Ho deciso di creare un premio internazionale sull’azione più ostile alle persone con autismo – scrive Enrico Maria Fantaguzzi su Facebook – Oggi il primo premio internazionale “Autismo io non lo conosco!” lo vince un’insegnante di scuola media che si è prodotta in una azione davvero da primato: ha dato una nota per il ritardo di una persona con Asperger di ben 1 minuto e l’ha mandata ai genitori da firmare sapendo che sono gli stessi genitori ad accompagnare alla mattina a scuola il ragazzo!”. 

“Questa prestazione unica nel suo genere – continua Fantaguzzi su Facebook – ha prodotto due effetti collaterali devastanti, portato sotto lo zero l’autostima della persona con autismo e fatto arrabbiare in modo considerevole la già provata famiglia. Ritengo dunque che assegnando un colpo simile si possa ritenere questa insegnante al top di ogni classifica per gli atti ostili all’autismo”.

“Inoltre vince anche un super bonus perché è un’azione perpetrata da chi dovrebbe sostenere e includere le persone con autismo. Complimenti vivissimi per la vincita del primo premio! – conclude l’uomo – Se l’insegnante interessato avesse capito di essere il vincitore suggerisco di chiedere un colloquio con la famiglia, chiedere scusa e mettersi a loro disposizione per imparare qualcosa sulle persone con autismo”.