20 Dicembre 2016: si venera San Liberato (Liberale), martire

Il Calendario Martiriologo Romano, risalente al XVI secolo e composto dal cardinale Cesare Baronio, il 19 Dicembre ricorda, come nel suo omologo Geronimiano, San Liberato (o Liberale), martire.

Nonostante in alcuni codici Liberato, o più correttamente Liberale, fosse indicato come un “orientale”, egli era un console romano di nobili natali che, convertitosi al Cristianesimo, abbandonò la carriera politica e tutti i suoi beni e legami modani per eseguire e diffondere la parola di Gesù Cristo.

Fu arrestato e condannato a morte sotto Claudio il Gotico (Marco Aurelio Flavio Valerio Claudio), il cui regno durò dal 268 0 269 al 270.

Alla sua morte fu sepolto nel cimitero di Via Salaria Vecchia, probabilmente nel sottosuolo della basilica dedicata al martire Giovanni.

Un tale di nome Florio, spinto dal desiderio di ottenere dal Signore la dovuta ricompensa per la sua devozione ai santi, edificò in onore di questo Santo un mausoleo tombale.

Nella lapide l’iscrizione, commissionata da questo Florio, riporta che il sepolcro del martire era stato profanato intorno al 410, durante le scorribande del visigoto Alarico, e che lui, uomo pio e devoto, l’aveva ripristinato.

MDM