Effetto Berlino, prefetto di Milano: “Barriere anti-camion nei mercatini natalizi”

italy_christmas_market_44003jpg-8ddcd_1482255905-kcnc-u1100425820021w6e-1024x576lastampa-itL’effetto del recente attentato di Berlino, costato la vita a 12 persone, arriva come previsto anche in Italia. Il prefetto di Milano, Alessandro Marangoni, ha infatti convocato una seduta straordinaria del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica nella quale sono state stabilite le nuove misure di intervento.

In primo luogo è stato deciso di creare, nei pressi dei mercatini natalizi, un sistema “di protezioni passive, di ostacoli fissi” in grado di fungere da barriere anti camion. Un’ipotesi, ha confermato Marangoni, che “verrà approfondita dai tecnici della gestione traffico”. Ad ogni modo pare assodato che tutta la cintura di strade maggiormente affollate di cittadini e turisti subiranno, nei prossimi giorni, una stretta di controlli ed un implemento delle unità. I navigli, Corso Vittorio Emanuele, il Duomo, via Dante, San Babila ed il Castello Sforzesco sono sicuramente le zone d’interesse maggiore. “Sono questi gli obiettivi più delicati – ha continuato il responsabile della prefettura – dove attueremo questo sistema di protezione e prevenzione” che verrà esteso anche dopo Natale.

Preoccupazione anche per il classico concerto di Capodanno in piazza Duomo. “Faremo in modo che sia solo una grande festa e non motivo di altre preoccupazioni – ha proseguito Marangoni – Posso assicurare il massimo impegno delle forze di polizia ed esercito che ci sta supportando in modo che questi giorni prima di Natale possano passare con serenità”.

Ottocento uomini dell’esercito, più quelli della polizia locale e della polizia di Stato, per un apparato di controllo e prevenzione che saranno presenti “anche nei centri commerciali”. Una grande macchina che dovrebbe servire a tenere lontane le paure della gente e a soddisfare la loro richiesta di sicurezza.

G.c.