Omicidio Ragusa: condannato a 20 anni Antonio Logli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:42

RagusaSono passati cinque anni dalla morte di Roberta Ragusa e finalmente si è arrivati alla fine del giallo con la condanna definitiva di Antonio Logli, marito della donna, ritenuto “Oltre ogni ragionevole dubbio” colpevole dell’uccisione e della distruzione del corpo della vittima dal giudice di Pisa, Elsa Iadaresta . L’uomo, che non si è presentato in tribunale, è stato avvisato della sentenza dai suoi legali, i quali avevano già fatto il massimo chiedendo il rito abbreviato ed ottenendo di fatto uno sconto della pena massima dai 30 ai 20 anni di reclusione per omicidio volontario.

La svolta alle indagini è stata data dalla testimonianza di Loris Gozi, giostraio che la notte dell’omicidio ha visto una coppia discutere animatamente in strada (probabilmente Antonio e Roberta) invalidando la testimonianza di Logli (il quale sosteneva di essersi accorto della scomparsa della moglie solo la mattina dopo) e confermando le ricostruzioni degli inquirenti.

Le prove portate a supporto della tesi di colpevolezza di Logli sono state schiaccianti, è stato dimostrato che l’uomo intratteneva una relazione extra coniugale con un amica della donna (Sara Calzolaio) e che Roberta Ragusa era venuta a conoscenza di questo segreto pur non conoscendo l’identità dell’amante del marito. Questo ha generato un forte litigio che ha messo l’uomo alle strette e lo ha portato a reagire violentemente contro la moglie causandone la morte.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!