Berlusconi: “Non penso a Mediaset non guidata dalla mia famiglia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:38

Mediaset-Berlusconi-CondannatoMediaset a Vivendi? Per Silvio Berlusconi sarebbe un duro colpo. A dirlo, lo stesso ex Premier, ai margini della presentazione del nuovo libro di Bruno Vespa, dov’era presente a fianco. Quasi commosso, Berlusconi ha parlato così del destino della sua catena televisiva: “Non riesco proprio a immaginare Mediaset non guidata dalla mia famiglia”. E’ quasi un legame affettivo, quello che lega il leader di Forza Italia alla sua azienda: “Io ho fatto tante cose ma una di quelle in cui mi sono impegnato di più è la tv. Mediaset è stata la prima tv commerciale in Europa, un esempio della nuova era”.

E, in relazione alla manovra di Vivendi (che punta ad acquistare una buona fetta dell’intera Mediaset, dopo non aver portato a termine l’acquisto della pay tv, Mediaset Premium), Berlusconi si è esposto contro le regole che vigono in Italia: “Ci troviamo nell’assurda situazione di non poter fare acquisti di azioni perché la legge italiana impone che un socio possa comprare solo il 5 percento all’anno”. E in questo modo “i francesi hanno avuto buon gioco ad acquistare il 29% e noi siamo costretti a restare fermi al 40 percento. Per arrivare al 51 percento spero che quei comitati per la difesa dell’italianità di Mediaset possano portarci a contare sul voto di circa il 20 percento delle azioni che sono nelle mani di differenti azionisti”. Sarebbe questa l’unica possibilità affinché Mediaset non diventi di fatto della società francese.

Di seguito, il video con una parte dell’intervento dell’ex Cavaliere: