Tangenti, Formigoni condannato a sei anni di carcere per corruzione

Condanna a sei anni, per corruzione. Questa la sentenza del Tribunale per l’ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni, che con altre nove persone ha subito la condanna del caso Maugeri, lo scandalo che ha avuto al centro la fondazione pavese nel 2012. Formigoni è stato condannato oggi a sei anni di carcere per corruzione, questa la condanna decisa dalla prima corte d’assise d’appello del tribunale di Milano. Non c’è stata invece secondo i giudici l’associazione a delinquere, accusa per la quale Formigoni è stato assolto per non aver commesso il fatto.

formigoniSecondo il Pm Laura Pedio, Formigoni (che ricordiamo è stato presidente della giunta regionale per quattro mandati, dal 1995 fino al 2013) avrebbe favorito la Fondazione in questione ottenendo in cambio delle tangenti. Per Formigoni anche la pena accessoria di interdizione per sei anni dai pubblici uffici, e gli sono stati confiscati 6,6 milioni di euro, e le quote di una proprietà in Sardegna.

I Pm di Milano, che hanno rappresentano l’accusa, si sono detti soddisfatti. La difesa di Formigoni invece ha commentato riguardo alla sentenza in questione: “È una sentenza che di certo stravolge la verità. Attendiamo ovviamente di leggerne le motivazioni per predisporci a un doveroso atto di appello” hanno concluso.