23 Dicembre 2016: si venera San Giovanni da Kety (Canzio)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:34

Il 23 Dicembre la Chiesa Cattolica festeggia San Giovanni da Kety, conosciuto anche come Giovanni Canzio, sacerdote e teologo polacco.

Nato nel 1397 a Kety, cittadina polacca a sud-ovest di Cracovia, a soli 27 anni divenne docente di filosofia. Intrapresi anche gli studi di teologia a 34 fu ordinato sacerdote, svolgendo il servizio pastorale presso la parrocchia di Olkusz, dove si distinse per il suo spirito caritatevole, soprattutto nei riguardi dei poveri e degli ammalati.

Nel 1440 abbandonò il ministero parrocchiale e prese a insegnare teologia all’università di Cracovia. Fu anche precettore del principe Casimiro.

A Cracovia Giovanni era solito entrare nei rifugi dei poveri e portare loro anche quello che spesso era necessario a lui, digiunando e preferendo, con la sua paga da insegnante, sfamare gli indigenti.

Andò pellegrino in Terrasanta, a piedi (fin dove poté), e per quattro volte a Roma, sempre a piedi, andata e ritorno.

Spesso si accompagnava ai viandanti e per strada teneva lezioni d’amore, facendosi consigliere e sostenitore degli indifesi.

Morì durante la Messa della vigilia di Natale del 1473 e fu canonizzato da Clemente XIII nel 1767.

A San Giovanni è consacrata una cappella nella chiesa di San Floriano dove, a metà del XX secolo, iniziò il suo servizio di vicario parrocchiale il giovane Karol Wojtyla.

In Polonia viene ricordato il 20 Ottobre; è stato proclamato patrono di Cracovia, degli insegnanti delle scuole cattoliche e della “Caritas”.

MDM