Dirottamento Malta: liberati gli ostaggi

Secondo quanto riportano i media internazionali, al momento si sta procedendo con la delicata fase di negoziazione con gli autori del dirottamento dell’aereo che ha a bordo ben 118 persone -equipaggio compreso- che è stato dirottato ed è stato fatto atterrare a Malta. Proprio i media locali riferiscono che l’aeroplano ora è atterrato. Il volo è il Afriqiyah Airways A320: era impegnato nella tratta libica interna fra Sabha e Tripoli.

aereoFacciamo esplodere tutto”: queste sono le parole che sembrerebbero essere state pronunciate da un individuo a bordo; la minaccia di esplosione è stata fatta al fine di dirottare il volo. Non si sa ancora nulla sull’eventuale matrice terroristica dell’evento: le ultime informazioni reperite hanno riportato che probabilmente il dirottamento è stato progettato da due individui, entrami a bordo del volo A320, ma nessuno conosce le ragioni di questo folle gesto. A seconda di uno degli individui che si trova coinvolto nel dirottamento, egli possiede una bomba a mano ed avrebbe intenzione di farla deflagrare.

Tutti gli spazi aerei sopra a Malta sono stati chiusi; tutti gli aerei delle compagnie di volo Ryanair e Lufthansa sono stati fermati, ed i passeggeri non hanno il permesso di scendere dal mezzo di volo: cibo e bevande stanno per esser loro consegnati, ma al momento non possono muoversi dagli aerei. Il primo ministro libico, Joseph Muscat, ha prontamente dichiarato sul social network Twitter che alcune unità delle forze speciali sono state dispiegate sul posto dell’atterraggio del volo.

AGGIORNAMENTO: i 118 passeggeri del volo di Malta sono stati liberati: secondo quanto riporta il sito di Malta Today, infatti, le forze speciali sono riuscite a liberare tutti gli ostaggi che si trovavano sul volo libico. I dirottatori avrebbero deposto le armi e quindi si sarebbero arresi alle autorità locali. Fortunatamente, nessun ferito tra i passeggeri del volo è stato ancora registrato.