Pordenone, morsa da ragno: incubo per 25enne italiana

Un incubo che diventa realtà, per una ragazza di appena 25 anni; la vicenda agghiacciante si è verificata nei pressi di Prata di Pordenone. La ragazza, durante la mattinata di Sabato 17 Dicembre, si è svegliata con un forte dolore alla caviglia: inizialmente ha sottovalutato la cosa, ma la sensazione dolorosa lancinante non ha accennato a diminuire, ragione per cui la ragazza ha deciso di rivolgersi ad una guardia medica.

ragno-violinoLì è iniziata la sua infinita rincorsa alla caccia della verità dietro a quel dolore: si è recata in un pronto soccorso e, uscita senza alcuna risposta, è andata a farsi visitare in un secondo ospedale. Finalmente, la diagnosi: le è stato trovato proprio sulla caviglia un morso del Loxosceles rufescens, il cosiddetto “ragno violino”. Si tratta di una bestiolina di piccole dimensioni, ma è uno degli aracnidi più temibili della penisola Italiana: infatti, il suo morso può causare dolori molto acuti e, nei peggiori casi, necrosi locale dei tessuti dove è avvenuto il morso.

Il ragno violino vive nell’ombra e nei luoghi caldi: la sfortunata ragazza, probabilmente, se l’è ritrovato nel letto nella notte tra venerdì e sabato, il ragno l’ha morsa poiché è stato infastidito. Ora la giovane 25enne vive da una settimana con la grande paura che il morso dell’aracnide si infetti oppure che vada in necrosi, e che debba subire un intervento chirurgico che le lasci cicatrici permanenti.