24 Dicembre 2016: Vigilia del Santo Natale

Il 24 Dicembre le Chiese Cristiane che seguono il calendario gregoriano celebrano la Vigilia del Santo Natale – il giorno precedente una delle feste più sentite del Cristianesimo -, che nell’anno liturgico corrisponde all’ultimo giorno di Avvento e predispone all’imminente nascita di Gesù Cristo.

Le Chiese che seguono il calendario giuliano, invece, festeggiano la vigilia del Natale 13 giorni dopo, il 6 Gennaio dell’anno successivo del calendario gregoriano.

Nella tradizione cristiana occidentale, la notte tra il 24 e il 25 Dicembre, in una grotta di Betlemme, nella Giudea, in Palestina, nasce il bambino Gesù: Dio si fa uomo, entrando nella storia dell’umanità.

I fedeli infatti in questo giorno si preparano all’evento con la veglia notturna, nell’attesa che si compia il miracolo della nascita del Salvatore.

In termini più consumistici e laici il giorno della Vigilia di Natale, in Occidente, è consacrato alla cena, al convivio coi parenti e allo scambio di regali.

In origine l’usanza di scambiarsi doni, soprattutto tra parenti, aveva lo scopo di dimostrare alla famiglia che la stagione del raccolto era stata produttiva e che per l’inverno vi era abbondanza di scorte, tanto da poterne regalare.

In senso strettamente cristiano il dono è “la simbolizzazione di Dio che regala suo Figlio all’Umanità per ristabilire il Patto di Alleanza, infranto da Adamo ed Eva”.

MDM