Pakistan, bevono liquore adulterato: è strage, 32 morti alla festa di Natale

Strage in Pakistan per colpa di un liquore fatto in casa ed adulterato, che conteneva delle sostanze tossiche che non sono ancora state rese note. La tragedia è avvenuta ad Islamabad, nel distretto di Roba Tek Singh, nella provincia del Punjab. Della strage, avvenuta a quanto sembra la sera del 24 dicembre, abbiamo avuto notizia solamente nella giornata di oggi.

pakistanIl villaggio dove è avvenuta la strage è Mubarakabad Basti: secondo il commissario della polizia di nome Muhammad Nadeem, almeno “32 persone finora sono morte a causa dell’ingestione della bevanda alcolica, mentre altre 25 sono ricoverate in due diversi ospedali. Fra le vittime fatali ci sono anche due musulmani” ha sostenuto la polizia. I loro nomi sono Sajid e Sharif: i due avrebbero acquistato di persona il liquore manomesso, in un negozio del quale non si conosce il nome.

Il liquore è stato servito in occasione della festa della vigilia di Natale: a parte le due vittime musulmane, tutte le altre persone intossicate sono cristiane, in quanto ricordiamo che in Pakistan, paese a maggioranza musulmana, è ufficialmente vietato il consumo e lo spaccio di bevande alcoliche secondo i precetti religiosi. Per questo divieto, spesso i liquori vengono direttamente prodotti in casa, talora con delle conseguenze tragiche, come si presume sia avvenuto in questo caso.