Michael Schumacher, tre anni fa il suo incidente: massimo riserbo sulle sue condizioni

Sono passati tre anni: tre anni dal 29 dicembre del 2013, quando Micheal Schumacher, il campione della Formula 1, considerato uno dei più grandi automobilisti sportivi della storia umana, fu fatto entrare in coma farmacologico. Erano le 11 di mattina a Maribel, in Francia, e Schumacher stava sciando fuori pista, quando improvvisamente cadde e batté la testa contro una roccia: iniziava un incubo.

michaelRicoverato urgentemente in stato semi-comatoso, venne sottoposto ad un’operazione chirurgica per il trauma cranico subito e venne fatto entrare in coma farmacologico. La famiglia ha sempre mantenuto il massimo riserbo sulle condizioni dello sportivo, nonostante molte notizie anche false trapelassero all’esterno circa la sua presunta ripresa o peggioramenti delle sue condizioni.

Ora l’ex campione si trova nella sua casa a Gland, situata sul lago di Ginevra, assieme ai suoi familiari che se ne prendono cura in continuazione: la moglie, Corinne, ed i figli. Nessuno parla delle sue condizioni: l’assistente e portavoce familiare, Sabine Khem, qualche tempo fa aveva parlato di ‘qualche segnale incoraggiante’, ma poi sulla situazione di Schumacher era caduto nuovamente il silenzio. La famiglia ha creato una comunità web che raccoglie le speranze e le sofferenze dei familiari di persone nella medesima condizione di Schumacher: si tratta del sito www.keepfighting.ms.