Bari: undicenne muore in un incendio causato dal surriscaldamento della tv

conversano-televisore-si-surriscalda-bambina-di-11-anni-muore-intossicata-1483108072-grandeLa corsa all’ospedale di Monopoli (Bari) non è stata sufficiente per salvare la vita ad una bambina di 11 anni rimasta coinvolta in un incendio divampato nella sua stanzetta.

La bimba si godeva le vacanze di natale a casa con il fratello di 27 anni, chiusa nella sua stanza a guardare la tv, la piccola si è addormentata dimenticando lo schermo accesso. Secondo le prime ricostruzioni il televisore si sarebbe surriscaldato prendendo fuoco, il monossido di carbonio generato dall’incendio si è diffuso per tutta la stanza ed è stato respirato per un tempo non precisato dalla bambina.

Il fratello si è accorto del fumo che usciva dalla stanza dell’adolescente così, è entrato di furia, ha spento il fuoco e portato di fretta la sorellina all’ospedale. L’undicenne era ancora viva ma aveva difficoltà a respirare, i medici hanno fatto il possibile per mantenerla in vita ma dopo qualche ora di lotta la piccola è morta. La causa della morte sono quasi certamente le esalazioni di monossido di carbonio che la bambina ha respirato. La triste notizia è stata comunicata ai genitori che al momento dell’incidente si trovavano fuori dall’abitazione, la madre a lavoro, ed il padre in Bulgaria dove era andato a trovare i genitori per le vacanze.