Omicidio nel Night Club a Parma, le ipotesi: festino hard finito male o gelosia

Sono ancora al vaglio degli inquirenti le ipotesi sul duplice omicidio avvenuto a San Prospero, frazione di Parma, all’Angelica Vip Club, un club a luci rosse. Qui, martedì sera, era giunta una segnalazione del ritrovamento di due cadaveri: quello di Luca Manici, 47enne di Parma noto col soprannome di Kelly e drag queen, e quello di Gabriela Altamirano, un’argentina 45enne che viveva a Salsomaggiore Terme.

angelica-vipLui ucciso da alcuni fendenti, lei accoltellata e strangolata. Adesso la polizia si sta concentrando su quelle che possono essere le possibili ipotesi del duplice omicidio. Secondo gli inquirenti, il movente sarebbe da ricercare nel mondo della prostituzione: il casolare era un night club a luci rosse molto conosciuto nella zona da decine di anni e abbastanza frequentato. Purtroppo nelle zone erano già avvenuti almeno due omicidi, uno dei quali rimasto senza colpevoli, ai danni di un trans.

Per questo si sta analizzando il tabulato delle telefonate dei clienti nell’appartamento dove Luca Manici riceveva i clienti. Le ipotesi sono quindi quelle di un festino hard terminato in tragedia, ovvero quella della gelosia che potrebbe aver spinto qualcuno a accoltellare con violenza Manici e la Altamirano, forse scomoda testimone. In ogni caso si attendono le autopsie e qualche chiarimento su una vicenda che potrebbe rivelarsi più intricata del previsto.