Terremoto, notte di paura in Umbria: otto scosse, una di magnitudo 3.0

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:59

Non smette di tremare e di fare paura la terra nel Centro Italia. Dopo i terribili terremoti di fine agosto e di fine ottobre, che hanno mietuto numerose vite umane, anche questa notte l’Umbria ha continuato a tremare: sono state otto in tutto le scosse che hanno svegliato la popolazione, la più forte delle quali è stata di magnitudo 3.0, ed è stata registrata alle 6:09 di mattina fra Ascoli Piceno, Macerata e Foligno, in provincia di Perugia.

terremotoUn’altra scossa qualche ora prima magnitudo 2.8 con epicentro Pieve Torina, provincia di Macerata.
L’INGV, l’Istituto Nazionale di Geofisica e di Vulcanologia, ha sostenuto che il sisma ha avuto luogo ad un ipocentro situato a 6 km di profondità, epicentro, ancora una volta, Castelsantangelo sul Nera, provincia di Macerata. Fortunatamente, non sono stati segnalati nuovi crolli. 

In totale nel corso di questa notte, sono state otto le scosse (contando solamente quelle aventi magnitudo superiore a 2) che hanno colpito il Centro Italia a partire dalla mezzanotte fino a questa mattina. Il terrore delle scosse improvvise, che colpiscono soprattutto nella notte e nelle prime ore della mattina, non abbandona queste popolazioni la cui terra è stata già devastata dai sismi del 24 agosto e del 30 ottobre, aventi rispettivamente magnitudo 6 e 6.5.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!