Al-Baghdadi, il Pentagono: “E’ vivo e guida ancora lo Stato Islamico”

albaghdadi“Al-Baghdadi è vivo e continua a guidare lo Stato Islamico”. Il sospetto che il leader dell’ISIS fosse non soltanto ancora vivo ma sempre al comando del terrorismo jihadista viene confermato dal portavoce del Pentagono, Peter Cook, che durante un’intervista rilasciata all’emittente statunitense CNN smentisce le voci che volevano il Califfo assassinato ad inizio dicembre.

“Stiamo ovviamente facendo tutto il possibile per tracciare i suoi movimenti – ha spiegato Peter Cook – Se avremo l’opportunità, certamente coglieremo ogni possibilità di consegnargli la giustizia che merita. Facciamo tutto quel che è in nostro potere, si tratta di qualcosa a cui dedichiamo molto tempo”.

Intanto gli Stati Uniti hanno deciso di raddoppiare la taglia sulla testa di Al-Baghdadi: la cifra è ormai salita da 20 a 25 milioni di dollari. Il leader dell’ISIS è apparso per l’ultima volta in un video nel 2014, quando tenne un sermone a Mosul. Sembrerebbe essere comunque suo l’audio diffuso nel mese di novembre, dove chiedeva ai militanti di continuare a combattere contro “i nemici di Dio”.

Intanto, anche dalla Nigeria il leader dell’organizzazione integralista islamica Boko Haram ha voluto incitare i suoi ‘soldati’ in un video dove li esorta a “uccidere, fare a pezzi, rapire e far scoppiare bombe ovunque”. Nel video, Abubakar Shekau smentisce il governo nigeriano: “Sono qui, vivo e vegeto, e la battaglia è solo all’inizio”.