Argentina sotto shock: donna picchiata ed impalata dal marito

violencia-de-generoL’Argentina torna a fare i conti con la brutale violenza di genere. Dopo il caso della 16enne Lucia Perez, stuprata ed impalata da due uomini nella località di Mae de Plata, e dopo quello di Irma Ferreyra Rocha, adesso un’altra donna è stata ridotta in fin di vita nella città di Mendoza.

Il fatto, come riporta la stampa locale, è avvenuto domenica, nel barrio denominato Lihuè. Una donna di 48 anni è stata infatti picchiata dal proprio marito poichè scoperta in fragranza di adulterio nel bagno della propria abitazione, proprio mentre erano in corso i festeggiamenti natalizi. Al momento del fatto, in casa, erano presenti molti familiari che non hanno realizzato subito cosa stesse avvenendo. Stando alle cronache il marito, insospettitosi dell’assenza della moglie, sarebbe andato a cercarla in bagno, dove lei si trovava appartata in compagnia di un uomo.

A quel punto è scattata l’aggressione. Prima un pestaggio violento, selvaggio, ed infine quella che sta diventando una pratica diffusa in molti casi come questo, una sorta di tortura punitiva nei confronti di un corpo percepito come strumento di potere e di inganni: l’impalamento. Quando il resto dei familiari hanno capito cosa stesse realmente accadendo, non hanno potuto far altro che mettere la donna in auto e portarla in ospedale, dove la vittima è giunta priva di conoscenza.

L’aggressore è al momento ricercato dalla polizia, così come l’uomo che si intratteneva in bagno con la donna. Per quest’ultimo, il sospetto, terribile, è che possa aver partecipato all’impalamento della propria amante, ma nessuna ulteriore notizia in merito è stata rilasciata dalle autorità.

G.c.