Terrore a Capodanno, Papa Francesco: “Dire ‘no’ con i fatti all’odio”

papaQuella che doveva essere la cinquantesima giornata della Pace (una celebrazione coincidente con Capodanno, quest’anno), è una giornata funestata dall’attentato di Istanbul. E durante l’Angelus, Papa Francesco non ha potuto non rivolgere un pensiero alle vittime di questa immane e brutale violenza: “Purtroppo, la violenza ha colpito anche in questa notte di auguri e di speranza, con un grave attentato a Istanbul. Addolorato, esprimo la mia vicinanza al popolo turco, prego per tutte le vittime e i feriti e per tutta la nazione in lutto”.

Il Pontefice ha quindi proseguito: “Purtroppo, la violenza ha colpito anche in questa notte di auguri e di speranza, con un grave attentato a Istanbul. Addolorato, esprimo la mia vicinanza al popolo turco, prego per tutte le vittime e i feriti e per tutta la nazione in lutto”. “Si costruisce la pace, dicendo ‘no’ con i fatti all’odio e alla violenza e ‘sì’ alla fraternità e alla riconciliazione”.

Papa Francesco ha rivolto un pensiero anche a Sergio Mattarella, che lo ha citato ieri durante il discorso di fine anno. Il Papa ha così ringraziato “il Presidente della Repubblica Italiana per le espressioni augurali che mi ha rivolto ieri sera, durante il suo Messaggio alla Nazione. Ricambio di cuore, invocando la benedizione del Signore sul popolo italiano affinché, con il contributo responsabile e solidale di tutti, possa guardare al futuro con fiducia e speranza”.