Bari, malato terminale sposa la sua compagna prima di morire

Reparto ematologia ospedale oncologico 'Giovanni Paolo II' di BariE’ davvero una storia toccante quella che giunge da Bari, e precisamente dall’ospedale “Giovanni Paolo II” del capoluogo pugliese. Un uomo di 38 anni, originario della provincia di Bari e malato oncologico terminale, ha voluto sposare la sua compagna romena, con la quale ha avuto anche due figli.

Il 38enne ha scelto di convolare a nozze prima che il cancro – un linfoma non Hodgkin leucemizzato refrattario al trattamento – lo portasse via. E per farlo, ha scelto la chiesa del plesso ospedaliero dove si trovava ricoverato. La celebrazione è avvenuta due giorni prima di Natale.

Il matrimonio, però, è durato davvero poco: il 38enne si è spento lo scorso 28 dicembre nell’Istituto tumori di Bari, a soli 5 giorni dalle nozze. Il desiderio più grande del 38enne barese, da quando la situazione clinica non lasciava ben sperare, era di tutelare i due figli avuti con l’amata compagna. La storia della coppia ha suscitato grande emozione e ha commosso tutto il personale dell’Istituto oncologico di Bari e in particolare del reparto di Ematologia.

Per questo, tutto il personale del plesso ospedaliero si è messo in moto per ‘sveltire’ l’impasse burocratico e permettere all’uomo di coronare il suo sogno d’amore con la sua compagna ed esaudire il suo ultimo desiderio.