Bari, ragazzo con sindrome di Down aggredito nel centro riabilitativo

Ancora orrore in un centro socio-educativo-riabilitativo di Bari. Un ragazzo, affetto da Sindrome di Down, sarebbe stato aggredito da uno degli operatori del centro diurno che frequentava nel corso della giornata, in città. La denuncia della presunta violenza è stata fatta dalla madre alla polizia. La donna ha raccontato alle forze dell’ordine che il 29 dicembre scorso i familiari del ragazzo erano stati invitati ad andare a prelevare il ragazzo dal centro, in quanto il giovane avrebbe urtato l’occhio contro lo spigolo di un tavolo e si sarebbe quindi provocato una contusione sotto la palpebra. 

schermata-2017-01-03-alle-08-54-26La donna, però, non ritiene che la versione prospettata dall’educatore sia vera. Infatti secondo lei sarebbe stato uno degli educatori ad allontanare la sedia del figlio, facendolo così cadere a terra. Durante la caduta il ragazzo, secondo la versione della madre, avrebbe battuto lo zigomo contro il tavolo. A questo punto l’educatore avrebbe anche strattonato il ragazzo, per farlo uscire da sotto il tavolo dove si era rifugiato, e quindi gli si sarebbe messo a cavalcioni.

A suffragare le gravi accuse ci sarebbero anche delle immagini della video-sorveglianza della struttura, che dopo l’accaduto sono state sequestrate dalla polizia. Il ragazzo non frequenta più il centro dopo ciò che è accaduto.