Mestre, difende il fratellino dai bulli, ragazzo epilettico massacrato di botte

Massacrato da un gruppetto di bulli per aver osato prende le difese del suo fratellino più piccolo. Questa la sorte di un ragazzo di poco più di 18 anni, picchiato violentemente in pieno centro a Mestre, nel Veneziano.
Il 18enne si trovava con il fratellino e altri due amici in un bar di Mestre: il gruppo aveva improvvisato uno spettacolo di illusionismo. Ad un certo punto un gruppo di bulli si è avvicinato a loro ed ha iniziato a prendere in giro il ragazzo più piccolo.

bullismo-mestreLuca, questo il nome del fratello maggiore, ha difeso il fratello dalle molestie dei bulli: questi ultimi in tutta risposta hanno iniziato a picchiarlo, dando il via ad un brutale pestaggio a base di calci, di schiaffi e di pugni. Neppure i loro amici sono riusciti a fermare il brutale pestaggio: Luca, che fra l’altro soffre anche di epilessia, ha avuto la peggio, con un trauma cranico commotivo. Il 18enne è stato portato al pronto soccorso dove i medici hanno stabilito una prognosi di dieci giorni.

Luca ha ricavato anche escoriazioni ovunque e un labbro lacerato, lividi sull’addome e alla mano sinistra. Invece il gruppetto di bulli si è dato alla fuga subito dopo il violento pestaggio.
Adesso le forze dell’ordine stanno indagando sull’ennesimo violento episodio di bullismo, cercando di scoprire chi siano i violenti che hanno ridotto in queste condizioni il 18enne per il solo fatto che abbia voluto difendere il fratellino più piccolo.