Napoli: litigano sull’eredità, padre spara in testa al figlio: è grave

Ha sparato in testa al figlio per una lite sull’eredità. Questa sarebbe la sintesi di quanto avvenuto ieri a Ponticelli, provincia di Napoli, poco dopo le 19 in una casa del Rione Incis. Il padre 80enne, ex guardia giurata ed in pensione, litiga con il figlio di 49 anni, anche egli guardia giurata, per una disputa sull’eredità. E’ l’ennesimo litigio che riguarda quella casa di proprietà, che l’80enne ha costruito con tutti i sacrifici di una vita intera.

ereditaLa discussione a casa dell’uomo degenera: riguarda la spartizione di un appartamentino vicino alla casa, dove abita l’ex guardia giurata con la moglie. Come sempre, la lite degenera, si fa incandescente. Ma questa volta il padre afferra una pistola, la calibro 7.65 che era regolarmente detenuta da quando svolgeva servizio, e spara al figlio. L’uomo, vedendosi puntare la pistola, cerca di scappare nel corridoio ma il proiettile l’ha centrato alla testa. Il 49enne cade a terra.

L’uomo si rende subito conto della gravità di quanto ha fatto e ha un malore. Un’ambulanza, chiamata dalla vicina di casa, arriva sul posto. Il 49enne secondo le informazioni è in condizioni gravi, ma non rischierebbe la vita. Il padre invece ha avuto una crisi cardiaca ed è piantonato all’ospedale dai carabinieri, che attendono che stia meglio per interrogarlo.