7 Gennaio 2017: si festeggia San Raimondo di Peñafort

Il 7 Gennaio la Chiesa Cattolica celebra la memoria liturgica di San Raimondo di Peñafort, religioso spagnolo e terzo Generale dell’Ordine Domenicano, dopo il fondatore Domenico di Guzman e Giordano di Sassonia.

Raimondo nacque nel 1175 a Peihform, in Catalogna, nel castello appartenente alla sua ricca famiglia.

Studiò retorica e filosofia a Barcellona ma conseguì la laurea in legge a Bologna dove fu eletto professore di diritto canonico.

Rientrato a Barcellona fu nominato canonico della cattedrale poi, nel 1222, entrò nel convento dell’Ordine dei Predicatori, fondato da San Domenico qualche anno prima. Qui egli viveva umilmente in costante ritiro spirituale, dedicandosi alle funzioni sacre, allo studio e alla carità.

L’anno dopo, insieme a Pietro Nolasco, fondò l’Ordine dei Mercedari per il riscatto degli schiavi.

A Roma Papa Gregorio IX, per la sua profonda conoscenza in materia giuridica, gli affidò l’incarico di raccogliere e ordinare tutte le decretali, gli atti emanati dai pontefici in materia dogmatica e disciplinare.

Nel 1234 il Papa gli offrì l’arcivescovato di Tarragona, ma Raimondo lo rifiutò, preferendosi Generale dell’Ordine Domenicano.

Viaggiò in lungo e in largo per l’Europa, di convento in convento, rigorosamente a piedi.

Lasciato l’incarico, trascorse gli ultimi anni della sua vita pregando, studiando e formando sempre nuovi predicatori nell’Ordine.

Istituì una scuola di ebraico a Murcia e una di arabo a Tunisi, poiché riteneva fosse utile conoscere da vicino la cultura di coloro ai quali si vuole annunciare Cristo e, a questo scopo, redasse anche scritti appositi, spingendo inoltre il confratello Tommaso d’Aquino a scrivere la famosa Summa contra Gentiles.

Morì nel 1275, all’età di 100 anni, e fu canonizzato da Papa Clemente VIII nel 1601.

MDM