Avete ancora le Lire? Alcune possono valere una fortuna

lireIn molti posseggono ancora in casa alcuni esemplari della “Lira”, la moneta italiana andata in pensione nel 2002 con l’arrivo dell’Euro. Vuoi per semplice spirito di collezionismo, vuoi per l’affetto del popolo italiano verso una moneta che ha accompagnato le sorti del Paese per tantissimo tempo, in tanti (anche tra i nostri lettori) conservano qualche ‘pezzo’ del vecchio conio.

E non è detto che una di queste banconote non possa rivelarsi una vera e propria miniera d’oro. Sì, perchè i collezionisti sono disposti a pagare tantissimo per qualche moneta o banconota di tiratura bassissima: ad esempio, una serie limitata delle 50.000 lire con la faccia del Bernini può essere pagata anche migliaia di euro.

Stesso discorso per le monete, come ad esempio le 100 lire coniate nell’anno 1955 e delle 50 lire coniate nell’anno 1958. Le prime ‘ in fior di conio’ possono valere fino a 1200 euro l’una, mentre le 50 lire recanti l’anno 1958 sono valutate fino a 2000 euro, a patto però che siano in perfetto stato di conservazione.

Ecco perchè vi conviene fare una ricerca in casa: se da scaffali e ripostigli dovesse spuntar fuori qualche rimasuglio dell’amatissima “Lira”, fate subito un controllo su Internet e verificate se la vostra moneta (o banconota) può fruttarvi un bel gruzzoletto.