Santa Maria Maggiore, entra in Chiesa e sfregia sacerdote e sagrestano con bottiglia: arrestato

E’ entrato nella Basilica che si trova nel cuore di Roma, quella di Santa Maria Maggiore, impugnando una bottiglia rotta, ed ha colpito al volto con essa il sacerdote ed il sagrestano. Un 41enne pregiudicato di Frosinone è stato bloccato da una pattuglia dei carabinieri dopo il folle gesto. L’uomo, fermato dai carabinieri, è stato descritto come un senza fissa dimora originario di Frosinone e sembra affetto da disturbi psichici. E’ stato fermato dalla pattuglia che si trovava in Piazza Dante in servizio di vigilanza fuori dalla Chiesa.

romaIl sagrestano è particolarmente grave, infatti si torva in ospedale dove è stato ricoverato in codice rosso con un profondo taglio dallo zigomo al mento. Il sacerdote, che è padre superiore dei Frati dell’Immacolata, è stato anche lui colpito al viso ma in maniera meno grave. Non è in pericolo di vita.

Non si conoscono ancora i motivi del folle gesto, né se l’uomo conoscesse di persona il sacerdote ed il sagrestano. L’uomo dopo l’aggressione si era dato alla fuga, sembra che subito dopo l’aggressione abbia farfugliato qualcosa del tipo ‘sono incompreso’. Sembra che l’uomo frequentasse ambienti della Chiesa per ricevere aiuto, in quanto senza fissa dimora. Proseguono le indagini sul folle gesto.