Proseguono le indagini sul cadavere senza testa ritrovato sul monte Sagro. La soluzione del caso sembra vicina

monte-sagroProseguono senza sosta le indagini per dare finalmente un nome al cadavere privo di testa, senza un braccio e senza una sezione del bacino ritrovato negli scorsi giorni sul monte Sagro, in provincia di Massa Carrara.

Alcuni media locali avevano fatto il nome di Carlos Sanchez Ortis De Salazar, medico eremita spagnolo allontanatosi da Bilbao nel lontano 1997 e rintracciato in Italia nel novembre 2015, ma il capo della Squadra mobile Antonio Dulvi Corcione ha smentito che possa trattarsi della suddetta persona. Troppe le incongruenze infatti, prima su tutte il fatto che il cadavere non avesse con sè alcun documento, mentre il medico, quando era stato avvistato da due cacciatori aveva ostentato il proprio passaporto. In secondo luogo, l’iberico aveva fatto una scelta di vita lontana dalle persone, mentre nella tasca dell’uomo senza testa sono stati reperiti degli scontrini relativi all’acquisto di caffè e patatine nella zona di Pisa. Nei prossimi giorni il corpo verrà portato a Pisa per altri rilievi scientifici.

Tuttavia, gli elementi d’indagine raccolti sul luogo del ritrovamento del corpo, scrive il Tirreno, stanno indirizzando sempre di più verso un nome, che fanno sapere dalla questura di Massa, sarà annunciato la prossima settimana e che dovrebbe mettere la parola fine a questa triste vicenda intrisa di mistero.

Simone Brugnoli