Terrorismo, polizia arresta un affiliato Ansar Al-Sharia. Perquisizioni in tutto il Lazio

terrorismoProsegue senza sosta nel nostro Paese la caccia a militanti di organizzazioni terroristiche che potrebbero colpire con attentati simili agli ultimi realizzati a Berlino e Istanbul.

Nelle prime ore della mattinata, la polizia italiana sta realizzando dei blitz in tutta la regione Lazio, perquisendo diverse abitazioni di persone sospettate di appartenere ad organizzazioni terroristiche.

Proprio in seguito a questa importante operazione, la polizia è riuscita a bloccare e arrestare un affiliato a Ansar Al-Sharia: nei confronti dell’uomo è stata già eseguita una misura di custodia cautelare in carcere.

Stando a quanto riferito dalle autorità, l’uomo arrestato faceva proselitismo in carcere: l’uomo, infatti, era già stato fermato per altri reati, ed è accusato di  “radicalizzare” e incitare al fondamentalismo islamico. L’arrestato è un soggetto di origine medio-orientale. Come riporta il Sole 24 Ore, il soggetto – arrestato nei mesi scorsi per reati contro il patrimonio – avrebbe cercato di far avvicinare ad Ansar Al-Sharia, organizzazione terroristica libica legata ad Al Qaeda, alcuni detenuti che con lui condividevano la cella.

Una pratica molto diffusa: lo stesso Anis Amri, responsabile della strage ai mercatini di Natale di Berlino, si sarebbe radicalizzato nel carcere di Agrigento, in Sicilia, come sostiene un’informativa del Dipartimento Amministrazione penitenziaria.