Tripoli, ex premier Ghwell tenta di occupare tre ministeri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:54

tripoliKhalifa Ghwell non ci sta. L’ex primo ministro, alla guida di un gruppo di miliziani a lui fedeli, ha tentato alcune incursioni militari nella capitale libica di Tripoli. Gli esponenti del “vecchio governo di salvezza nazionale” hanno provato ad entrare negli uffici di tre ministeri del Paese, ovvero quelli della Difesa, dell’Economia e della Giustizia.

La ‘scorribanda’ di cui si sono resi autori Ghwell e i suoi miliziani non è andata a segno, ma tale incursione conferma come il Paese stia vivendo un momento caratterizzato da caos a tutti i livelli. Se anche non ci sono attualmente le forze per un golpe, appare chiaro che il governo Serraj non può garantire l’adeguata sicurezza alla capitale Tripoli.

Ghwell è il primo ministro decaduto in seguito all’insediamento del “Governo di accordo nazionale” sostenuto dall’Onu. Un atto che Ghwell non ha mai accettato, coltivando sempre l’ambizione di riprendersi il potere. Già lo scorso mese di Ottobre aveva tentato una specie di colpo di Stato, asserragliandosi con un gruppo di miliziani a lui fedeli nel centro congressi dell’Hotel Rixos.

Ieri il secondo tentativo, con l’incursione ai ministeri della Difesa, dell’Economia e della Giustizia. Un gesto che dimostra come il pericolo di una nuova guerra civile a Tripoli sia piuttosto serio.