Nuova strage nel Mediterraneo: affonda barcone con 107 migranti a bordo

Un’altra strage nel Mar Mediterraneo: un altro barcone colmo di stranieri che a tutti i costi cercando di raggiungere l’Italia e che si trasforma in una tragedia immane. Ieri pomeriggio una barca con a carico almeno 107 migranti è stata individuata a 30 miglia dalle coste libiche. Il barcone è naufragato proprio lì e finora sono otto i corpi senza vita recuperati dalla Guardia Costiera di Roma. 4, invece, i superstiti. Ma i numeri dell’ennesimo dramma potrebbero aumentare ancora.

naufragioLe operazioni di soccorso sono svolte dalla Guardia Costiera di Roma. Le condizioni meteo durante i soccorsi sono, a detta dei soccorritori stessi, terribili. Impegnati nell’operazione anche diverse unità della marina, un aereo ed un elicottero, navi mercantili. Sul barcone sono stati trovati morti anche una donna incinta, deceduta per ipotermia, e alcuni stranieri che sono stati ricoverati in ospedale a Lampedusa per le prime cure del caso.

Anche questa volta il rapido intervento della Guardia Costiera di Roma ha permesso il salvataggio della vita di moltissime persone. Ma questa strage ancora una volta segna il fatto che l’Italia ha un problema di immigrazione enorme. Solo nel 2016 sono arrivate almeno 181mila persone sul suolo italiano.