Muore Mario Poltronieri, voce storica della Formula 1 in Rai

poltroAddio a Mario Poltronieri, una delle voci storiche della Rai, commentatore di Formula 1 e conduttore di trasmissioni e telegiornali sportivi.

La sua scomparsa segue un lungo periodo di malattia che sembrava però essere stato superato. Proprio qualche tempo addietro, infatti, il giornalista aveva fatto sapere tramite la sua pagina Facebook di essere guarito completamente. Non era vero, purtroppo, ed oggi il giornalismo italiano perde una delle sue icone più rappresentative.

Assoldato dalla Rai nel 1971, Poltronieri si era già ritagliato un ruolo di spicco nell’ambiente automobilistico nel corso dei due decenni precedenti, quando aveva corso alcune gare degne di nota ed aveva stabilito dei record di velocità che, ad oggi, resistono ancora imbattuti. Poi, dal 1971 al 1996, la sua esperienza nella televisione pubblica. Telecronache avvincenti e professionali, pacate nei commenti, eleganti in un modo che oggi pare lontano anni luce ma che all’epoca, prima che tutto si trasformasse radicalmente, facevano di un professionista un uomo degno di stima e di rispetto.

Poltronieri non aveva i supporti tecnologici dei quali possono avvalersi oggi i suoi colleghi, eppure seppe rendere un servizio pregevole e mai privo d’un certo garbo personale che lo resero inconfondibile. Affiancato da Enrico Benzing prima, e da Gianfranxo Plazzoli e Ezio Zermani poi, questo giornalista resta un insuperato maestro dell’eleganza e dell’asciuttezza linguistica.

I funerali si svolgeranno venerdì in forma privata.

G.c.