Cantante “Lambada” trovata morta, presi gli assassini

lambadaLa polizia brasiliana ha arrestato nelle ultime ore tre sospettati per l’omicidio di Loalwa Braz Vieira, trovata carbonizzata nella sua auto a Saquarema, sul litorale a nord di Rio de Janeiro. Aveva 63 anni ed era salita agli onori delle cronache per lo strepitoso successo di “Chorando se foi”, nota a tutti come la “Lambada”, che fece impazzire il mondo nell’estate 1989.

I tre arrestati dalla polizia brasiliana hanno rispettivamente 23, 21 e 18 anni. I tre hanno fatto irruzione nell’abitazione della cantante forzando la porta d’ingresso della sua villa di Rio de Janeiro. Una volta dentro, hanno provveduto ad immobilizzare Loalwa Braz Vieira: la donna ha lottato a lungo con i suoi aguzzini, come dimostrato dai rilievi della scientifica, fino a svenire per i colpi e le ferite riportate nella colluttazione.

In seguito, i tre hanno trasportato il corpo della 63enne in un vicolo, chiudendolo all’interno della sua auto. Il mezzo è stato poi dato alle fiamme. Uno dei tre assassini era stato sentito inizialmente come testimone dell’accaduto, ma le contraddizioni emerse nelle sue versioni hanno insospettito gli agenti. Alla fine il giovane ha confessato l’omicidio.

Un altro del terzetto è stato arrestato nella stesso quartiere: con sé aveva ancora il cellulare e la carta di credito della cantante. L’ultimo dei giovani assassini è stato bloccato in un’altra zona della città.