Primarie Francia: vince Hamon, esponente della sinistra. Ora ballottaggio con Valls

hamonRiduzione dell’orario di lavoro, più diritti per i migranti, un reddito minimo garantito. Sono questi gli argomenti chiave che hanno permesso a Benoit Hamon, di aggiudicarsi il primo turno delle primarie del Partito Socialista francese. L’ex ministro francese, esponente dell’ala sinistra del partito, se la vedrà ora al ballottaggio con Manuel Valls: Hamon ha ottenuto il 36% delle preferenze, contro il 31% dell’ex premier.

Il terzo candidato in lizza, Arnaud Montebourg – escluso dal ballottaggio (17,62% dei voti) – ha annunciato nella notte che appoggera’ Hamon.

La politica di ‘contrasto’ al governo ha fruttato: Hamon ha aspramente criticato da sinistra le politiche dell’esecutivo guidato da Valls. “Ora dobbiamo voltare pagina, la volontà dell’elettorato è chiara”, ha detto il vincitore del primo turno delle primarie. Hamon ha inoltre aggiunto che “ora bisogna vincere la battaglia più dura: se vincerò, il primo obiettivo sarà unire la sinistra”. Anche in chiave europea Hamon ha le idee chiare: l’uomo di punta della sinistra del partito socialista punta alla costruzione di un’Europa con due priorità, Energia e Difesa. Quanto al problema del debito, Hamon ha detto che “deve finire le pressione sugli Stati europei, e questo può passare solo per ridurre e consolidare le emissioni future dei Paesi interessati”.