Regeni, in un video parla con il capo dei sindacalisti che lo ha denunciato

regeniUn video in cui il ricercatore italiano Giulio Regeni parla con il capo dei sindacalisti degli ambulanti che lo ha successivamente denunciato. Si arricchisce di un prezioso particolare la vicenda riguardante il giovane studioso italiano ritrovato morto al Cairo, in Egitto, circa un anno fa. Il video è stato trasmesso dalla tv panaraba Al Arabiya, all’interno del programma Akhbar Misr.

Anche se nel video il nome dell’ambulante non viene mai riportato, appare chiaro come il personaggio sia il capo dei sindacalisti. Abdallah chiede soldi a Regeni perché “mia moglie ha il cancro”. Per Abdallah sono importanti “ogni tipo di soldi”. Il giovane ricercatore dice “non posso darteli perché non sono i miei”, perché “sono un accademico”, “non posso scriverli nella richiesta per l’istituzione britannica”, “non posso usarli per ragioni private”.

Proseguendo, si evince come Abdallah insista nel chiedere a Regeni dei soldi, ma lo studioso italiano replica all’ambulante con fermezza, sostenendo che ha bisogno di informazioni per l’istituzione britannica: Regeni aggiunge che non può dargli soldi direttamente, ma l’istituzione britannica può inviarli ad un ufficio egiziano.

Giulio Regeni parla un arabo ‘base’, non molto fluente ma piuttosto comprensibile. L’accento è egiziano. Non vengono specificate quali siano l’istituzione britannica e l’ufficio egiziano.