Salerno, litiga con la compagna e si getta dal balcone col bimbo di tre anni: morti entrambi

Terrificante dramma familiare avvenuto nella notte nel piccolo comune del Vallo di Diano, a Padula, in provincia di Salerno. Un uomo di 45 anni si è gettato dal balcone della sua abitazione con il braccio il bimbo di tre anni.
Entrambi sono morti sul colpo. La terrificante tragedia ha scosso tutto il piccolo paese di Padula. Secondo la prima ricostruzione si è trattato proprio di un omicidio suicidio. L’uomo, un infermiere di 45 anni, avrebbe litigato furiosamente con la sua compagna.

Dopo di che, nel corso della notte, l’uomo si sarebbe rifugiato sul balcone assieme al bambino di tre anni, con il quale si è lanciato giù dal balcone. Per i due, nonostante i soccorsi siano stati chiamati immediatamente, non c’è stato nulla da fare: sono morti entrambi. L’uomo viveva un periodo di depressone per problemi di salute. Le ambulanze del 118, giunte sul luogo dell’omicidio suicidio nell’arco di pochi minuti, non hanno potuto fare altro che confermare la morte del padre e del figlio.

Il dramma è avvenuto nell’abitazione della coppia, situata nel centro storico del paese, in via Tenente d’Amato, nelle vicinanze della piazza del paese. Scioccante la ricostruzione del tragico evento, che adesso è affidata ai carabinieri. Sul luogo sono intervenuti carabinieri della locale stazione nonché i i vigili del fuoco del distaccamento di Sala Consilina.