Lo conosce in chat e va a trovarlo, lui la sequestra per due mesi: arrestato

Lo aveva conosciuto in una di quelle chat per incontri, che nella maggior parte dei casi risultano essere il luogo dove incontrare la persona giusta. Ma talvolta possono rivelarsi un vero e proprio incubo, come accaduto ad una donna di 53 anni di Isernia, reclusa per due mesi nell’abitazione della sua ‘fiamma’.

L’uomo, un 22enne della provincia di Venezia, ha praticamente sequestrato la donna per circa due mesi, dopo che lei era salita su in Veneto per incontrarlo. Il 22enne ha segregato la vittima nella camera da letto della sua abitazione. 

Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato il figlio della donna, particolarmente preoccupato in quanto da ormai otto settimane non aveva nessuna notizia da parte della madre.

Stando a quanto raccontato dal questore Ruggiero Borzacchiello, i poliziotti, dopo aver suonato più volte al citofono senza ricevere risposta, hanno chiesto l’intervento dei Vigili del fuoco. “Da una finestra si è spalancata davanti ai loro occhi una scena terribile – ha detto il questore – la 53enne ferma a letto e di fianco il ragazzo che si è alzato per aprire la porta solo dopo un’estenuante trattativa”.

Prima un paio di giorni di normale convivenza, ha raccontato la donna (che ha cominciato a parlare solo quando le forze dell’ordine hanno portato via il suo aguzzino, ndr), poi il 22enne avrebbe cambiato atteggiamento, segregandola e costringendola ad espletare i bisogni fisiologici in un recipiente di plastica (trovato in camera).

Il 22enne, che ha risposto “in modo evasivo alle domande dei poliziotti”, è stato rinchiuso nel carcere di Ponte San Leonardo.