Kashmir, ondata di valanghe: almeno 20 morti, 15 militari e 5 civili

Il maltempo colpisce anche il Kashmir, stato indiano, colpito in questi giorni da due vivente valanghe che mercoledì hanno colpito questa regione. A riferire la notizia, la tv News18. Il più grave incidente è avvenuto mercoledì sera a Gurez, settore che si trova lungo il confine fra India e Pakistan, chiamato Linea di Controllo. La valanga, secondo le prime informazioni, si sarebbe abbattuta su un accampamento militare indiano ad alta quota, travolgendolo completamente.

Almeno dieci cadaveri di militari sarebbero stati estratti dalla neve nel corso della stesa giornata, e quattro oggi. Il portavoce militare ha aggiornato quindi il bilancio dei morti.
L’altra tragedia è avvenuta mercoledì mattina, quando una violenta valanga ha colpito una casa a Sonamarg, nel distretto di Ganderbal, ed ha causato la morte di cinque civili e anche di un maggiore dell’esercito. 

La valanga è avvenuta a 2800 metri di quota. Il numero totale delle vittime per queste disastrose valanghe è di 20 persone, 15 militari e cinque civili. Dopo aver appreso delle tragedie, il primo ministro Narendra Modi, che è impegnato nelle celebrazioni per il 68esimo anniversario della Repubblica Indiana, ha voluto manifestare il suo ‘profondo dolore’ per la morte dei soldati paramilitari che sono stati coinvolti nella valanga.