Brescia: muore il conducente del furgone investito dal treno

Questa mattina a Brescia, intorno alle 6:00, un Fiat Doblò è rimasto coinvolto in un violento incidente con il treno che copre la tratta Brescia-Cremona. Secondo la ricostruzione fornita dal macchinista il furgone ha sfondato le sbarre divisorie poco prima che il treno passasse e di conseguenza non c’erano margini per evitarlo. La dinamica dell’incidente conferma la versione del macchinista e gli agenti pensano che l’autista del furgone possa essere stato colpito da sonnolenza ed abbia perso il controllo del veicolo

Il conducente del furgone era un 33enne di origini brasiliane (non sono stati forniti dati sulla sua identità) che si stava recando a lavoro. Questo, dopo essere stato trasportato per decine di metri dalla forza d’urto del treno, è stato liberato dai vigili del fuoco e trasportato d’urgenza all’ospedale Poliambulanza di Brescia. Al suo arrivo in corsia le condizioni erano pessime ed è stato ricoverato d’urgenza nel reparto di terapia intensiva, poche ore più tardi, nonostante i tentativi disperati dei medici, l’uomo è morto.

Nel frattempo polizia e vigili urbani hanno esaminato la scena dell’incidente per completare il rapporto e lasciare che la circolazione riprendesse dopo un blocco di oltre 4 ore, per fortuna nessuno dei passeggeri a bordo del treno ha riportato ferite gravi.