Il cinema francese saluta uno dei volti noti della Nouvelle Vague

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:59

Il mondo dello spettacolo dice addio ad un’altra delle sue icone: oggi è morta, a 89 anni, Emmanuelle Riva grandissima attrice francese legata a doppio filo con lo sviluppo dell’avanguardia cinematografica francese degli anni ’60, la ‘Nouvelle Vague‘.

Nata a Cheminenil, paesino di poco più di mille anime nella Lorena, il 24 febbraio del 1927, Emmanuelle aveva sviluppato sin da piccola la passione per la recitazione. Consapevole che il piccolo teatro di paese non le avrebbe mai permesso di recitare in grandi produzioni, nel 1953 si trasferisce a Parigi dove ottiene subito un ruolo importante a teatro. Passano sei anni impreziositi da riconoscimenti e successi, ma il vero salto di qualità lo ottiene nel 1959 quando il regista Alain Resnais, colpito dalla sua bravura, le offre il ruolo da protagonista nel film cult ‘Hiroshima Mon Amour‘.

L’anno successivo arriva il ruolo più importante della sua carriera, Gillo Pontecorvo le offre il ruolo di Terese, una giovane internata ebrea in un campo di concentramento, in ‘Kapò’, film da antologia cinematografica che riceve la nomination agli oscar come miglior film straniero. Dopo il successo di Kapò la Riva è stata protagonista di un numero cospicuo di pellicole degne di nota, troppe per citarle tutte, tra cui l’indimenticabile ‘Le ore dell’amore‘ recitato al fianco di Ugo Tognazzi.

La passione per la recitazione non si è mai sopita e questa grande attrice ha continuato ad interpretare un ruolo dopo l’altro senza perdere mai il talento che l’aveva contraddistinta nei suoi primi anni di carriera. Nel 2012 vince il Batfa e il Cesar Award e riceve una nomination agli oscar per la grande interpretazione in ‘Amour‘.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!