Tivoli: morti i due pazienti scambiati al pronto soccorso

Un errore, una disattenzione che non può essere perdonata e non dovrebbe mai capitare, è costato la vita ad due pazienti dell’ospedale di Tivoli (Roma), il San Giovanni Evangelista. La faccenda risale a circa dieci giorni fa, i due pazienti erano entrambi sulla lettiga in corridoio in attesa di essere trasferiti nei rispettivi reparti, ma al momento del trasporto gli infermieri hanno scambiato i pazienti portando quello diretto alla sala chirurgica per l’operazione in rianimazione e viceversa.

Ad accorgersi dell’errore sono stati i parenti dell’uomo (un ultra ottantenne) che doveva andare in chirurgia, questi parlando con il medico hanno chiesto delucidazioni ricordando che l’amato parente non doveva andare in rianimazione, da qui è scattata una verifica che ha portato al riesame dei trasferimenti e all’errore. Il tentativo di rimediare alla disattenzione però è stato tardivo, l’uomo finito in Chirurgia è morto il giorno stesso mentre l’altro ha resistito per due giorni prima di subire la medesima, tragica fine.

L’Asl di Roma ha avviato un’inchiesta sugli avvenimenti del 21 gennaio al fine di ricostruire la dinamica dell’accaduto e scoprire chi ha causato l’errore fatale. Le due salme verranno esaminate durante un autopsia disposta dalla Procura di Roma che verrà effettuata oggi e certificherà la causa di morte dei due pazienti.