Johnny Depp in bancarotta: spese folli fra vino, yatch e viaggi extra lusso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:17

Uno yatch extra lusso da diciotto milioni di dollari, una casa discografica (fallita) da quattro milioni, un funerale da tre milioni per far sparare le ceneri dello scrittore e amico Hunter Thompson da un cannone. Sono queste alcune delle spese folli (e stravaganti) che l’attore Johnny Depp ha sostenuto nel corso degli ultimi mesi e che ora rischiano di portarlo alla bancarotta.

A rendicontare le uscite del divo di Hollywood è lo stesso legale della star. Tutto ciò a causa di una causa che Depp ha intentato contro il Management Group (TMG) lo scorso gennaio. L’accusa che viene mossa loro è quella di aver defraudato Johnny di decine di milioni di dollari senza il suo beneplacito. Soldi che, secondo la vittima, sarebbero stati sottratti senza che se ne avvedesse tramite una serie di presiti erogati a sua insaputa. Ma dai dati depositati presso la corte, sono ben altre le spese che la star si è concessa il lusso di sostenere: trentamila dollari al mese in bottiglie di vino, centocinquantamila dollari per la sicurezza, duecentomila dollari per viaggiare con aerei privati, trecentomila per mantenere il suo staff di quaranta persone. Insomma, comunque la si voglia guardare un tenore di vita degno di uno sceicco. Per ora, però, Johnny Depp ripiega e chiede alla corte comprensione e risarcimenti.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!