Louvre, militare spara ad un uomo: aveva tentato di aggredirlo al grido di “Allah Akbar”

Ha tentato di aggredirlo armato di un coltello e urlando “Allah Akbar”: per questo un militare ha sparato ad un uomo nei pressi del museo Louvre, a Parigi.

Il fatto è avvenuto stamane. L’uomo era armato di un machete e di un coltello. Un’altra persona «con atteggiamento sospetto» che si trovava nei pressi del Louvre è stata fermata.

Intorno alle 10 di questa mattina un uomo armato di machete e coltello ha sceso le scale mobili del Carrousel du Louvre, uno degli ingressi dell’arcinoto museo parigino. Una volta davanti agli agenti della sicurezza anti-terrorismo, l’uomo si è scagliato contro di loro brandendo le armi in suo possesso. L’aggressore, inoltre, portava in spalla due zaini.

L’uomo ha pronunciato delle minacce al grido di “Allah Akbar”. I militari hanno cercato di fermarlo, uno è rimasto leggermente ferito al cuoio capelluto e ha risposto sparando cinque colpi: uno dei proiettili ha ferito gravemente il terrorista, portato via in ambulanza in stato di coscienza.

Per il prefetto di Parigi, Michel Cadot, si tratta di un quadro ‘terroristico’. “Abbiamo fatto intervenire immediatamente i cani e gli artificieri per verificare l’eventuale presenza di esplosivi negli zaini ma non sono state trovate cose più pericolose dei coltelli“. Secondo Cadot, è stata fermata anche una seconda persona che aveva un comportamento sospetto, “ma sembra estranea ai fatti”.