Terremoto, scossa di magnitudo 4.4 in provincia di Macerata

Un’altra notte di paura per le popolazioni del Centro Italia già duramente provate dalle ripetute e violente scosse sismiche degli ultimi mesi e dalle poderose nevicate che hanno reso ancora più complicato il quadro.

Stanotte, infatti, il terremoto è tornato a farsi sentire nelle Marche, e precisamente in provincia di Macerata, ad una ventina di chilometri a sud di Camerino. L’epicentro delle scosse è stato individuato a 2 km dal comune di Monte Cavallo, ad una profondità di 6 chilometri, come riportato sul sito dell’INGV.

La prima scossa, di magnitudo 4.0, si è verificata alle 4.47, seguita da un’altra più forte, di magnitudo 4.4, avvenuta alle 5.10. Infine, alle 6.40, un altro terremoto di magnitudo 3.8: stessa zona, profondità 8 chilometri.

Queste tre sono state le scosse più forti, nettamente avvertite dalle popolazioni delle Marche, in Abruzzo, in Umbria e nel Lazio. In tutto gli eventi sismici di magnitudo 2.0 segnalati dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia sono stati almeno 25, tutti compresi tra l’1 e le 7 del mattino.

Non si hanno al momento segnalazioni di nuovi crolli. La situazione è monitorata costantemente sia dai vigili del fuoco di Macerata che dalla Protezione civile regionale. Forte spavento in tutto il territorio: molte persone a Camerino e nelle zone limitrofe si sono riversate in strada.