Va al supermercato e si uccide tagliandosi la gola con una scatoletta di tonno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30

Si trovava in fila alla cassa con i familiari in un supermercato di Burolo, a poca distanza da Ivrea. Ad un certo punto ha preso una scatoletta di tonno e si è tagliata la gola. Inutili i soccorsi: la 26enne è morta a causa della ferita riportata.

Un gesto tragico, che al momento non trova spiegazioni se non nella depressione che tormentava la giovane: una forma definita piuttosto grave, tanto che la 26enne si trovava in cura.

Il tutto è avvenuto piuttosto rapidamente: mentre si trovava in fila alla cassa con i suoi familiari, la giovane ha aperto una scatoletta di tonno presa dal carrello della spesa e si è tagliata la gola con il coperchio affilato, sotto lo sguardo inorridito dei presenti.

Nonostante lo shock, sia i familiari che il personale dipendente del supermarket hanno cercato di salvarla, sia chiamando il 118 che tentando di bloccare l’emorragia. Ma ogni tentativo di soccorso si è rivelato completamente inutile. Per i carabinieri pare non esserci alcun dubbio: si è trattato di suicidio. Un gesto che al momento non ha alcuna motivazione, ma come detto potrebbe essere spiegato con la grave depressione che attanagliava la 26enne. Una tragedia che ha sconvolto la comunità di Burolo, paesino di circa mille abitanti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!