Anis Amri, trasferiti i due poliziotti: si tratta di un riconoscimento premiale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:10

Sarebbe un riconoscimento premiale e non un’operazione a scopo precauzionale – come si vociferava all’inizio – il motivo dello spostamento di Luca Scatà e Cristian Movio, i due poliziotti che hanno neutralizzato l’attentatore di Berlino.

Anis Amri, dopo essersi lanciato tra la folla dei mercatini di Natale della capitale tedesca alla guida di un tir, provocando numerosi morti (tra cui l’italiana Fabrizia Di Lorenzo) e molti feriti, è riuscito a fuggire fino in Italia. Dalla stazione centrale di Milano ha preso un bus per Sesto San Giovanni: qui è stato fermato dai due agenti italiani per un controllo. Ne è seguita una sparatoria dove ad avere la peggio è stato proprio il terrorista, mentre Movio è rimasto ferito ad una spalla.

“Si è trattato di una brillante operazione e dunque si sono avviate le procedure per riconoscimenti premiali nei loro confronti – spiegano delle fonti delle forze dell’ordine alle agenzie di stampa – e proprio in ragione della loro straordinaria capacità che hanno dimostrato nell’occasione, sono stati assecondati nelle loro aspirazioni, tra cui quella di essere trasferiti ad altri incarichi e altri uffici, come ulteriore segno di gratificazione e di gratitudine nei loro confronti”.

Smentita, quindi, la voce che voleva i due poliziotti trasferiti a scopo precauzionale.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!