Napoli, bimbo di 5 anni muore ustionato dalle fiamme del camino

Non ce l’ha fatta il bimbo di 5 anni ricoverato all’ospedale Cardarelli di Napoli per le gravi ustioni riportate dopo l’incidente che lo aveva visto tragicamente coinvolto.

Il piccolo ha lottato strenuamente per due giorni, ma alla fine le ferite riportate erano troppo gravi per essere vinte. Il bimbo, di soli 5 anni, è giunto nel plesso ospedaliero partenopeo lo scorso 3 febbraio con ustioni sull’80% del corpo. Il piccolo, residente a Orta di Atella, in provincia di Caserta, è rimasto vittima di un incidente, avvenuto con tutta probabilità all’interno della sua abitazione.

Secondo quanto hanno accertato i Carabinieri della stazione di Orta di Atella, il piccolo era intento a giocare vicino al camino, in quel momento acceso, quando in seguito ad un ritorno di fiamma è stato avvolto dal fuoco.

Il piccolo, al momento della tragedia, indossava anche un maglioncino in pile, che ha funto da ‘conduttore’, facilitando la propagazione delle fiamme.

Immediato l’intervento dei genitori del bimbo, che hanno spento le fiamme ed hanno trasportato il bambino all’ospedale di Aversa, dove le sue condizioni sono apparse subito molto gravi.

Il piccolo è stato quindi trasferito al Reparto Grandi Ustionati del Cardarelli. Ma ogni tentativo di salvare il bimbo è risultato vano: stamane il suo cuore ha smesso di battere.