Messico: impressionante eruzione di cenere e gas dal vulcano Colima

Dopo l’eccezionale esplosione di lava e fulmini catturata da un fotografo il 26 gennaio scorso, il Colima, gigantesco vulcano di 3810 metri situato nella zona centrale del Messico, torna a fare parlare di se per un fenomeno di tipo eruttivo allo stesso tempo spaventoso e affascinante: ieri mattina dal cratere centrale è stata filmata e fotografata l’eruzione di una colonna di cenere e fumo così densa da essersi protratta fino a quattro chilometri in altezza.

Le immagini dell’epica eruzione sono state condivise online  diventando virali in pochissime ore e suscitando l’ammirazione e lo stupore di tutti gli utenti social. Nonostante la maestosità visiva del fenomeno, le autorità hanno assicurato che non ci sarà bisogno di una evacuazione della zona (poco lontano è situato un villaggio di 300 mila anime), ma per precauzione il  Colima Volcano National Park è stato chiuso ai visitatori.

Secondo gli esperti si tratta di una normale attività vulcanica, d’altronde il Colima, attivo dal 1994, è considerato uno dei vulcani con maggiore attività eruttiva del mondo. Normale, quindi, che ci siano periodi in cui il gigante manifesti la sua vita con manifestazioni di diverso genere (basti pensare all’Etna). Si ritiene che una nuova cupola di magma si sia formata nei pressi del vulcano e che questo la stia espellendo già a partire dallo scorso ottobre, nulla di preoccupante insomma anche se per precauzione l’attività del Colima è costantemente monitorata dai vulcanologi.